GTranslate

 

Nona edizione dei Luoghi del Cuore FAI: il vincitore è Monte Pisano

artisti costruttori di pace
 
di Francesca Bellola
Il concorso del FAI promosso con Intesa Sanpaolo, ha ottenuto uno straordinario risultato di oltre 2 milioni di voti raccolti, infatti, rappresenta un traguardo mai raggiunto negli oltre 15 anni di storia del censimento. I 37.200 luoghi segnalati costituiscono una preziosa mappatura di posti diversi tra loro, ma comunque amati profondamente dai loro abitanti.
 
 
 
«Le grida di dolore della gente che si è vista portar via il territorio non sono passate inosservate. Dalla tragedia nasce la fratellanza per sostenere con forza le nostre identità». Con queste parole Marco Magnifico, Vicepresidente esecutivo FAI, ha presentato il nono censimento de “I Luoghi del Cuore”, soffermandosi sull'aumento dei comitati di persone sorti spontaneamente in tutte le regioni italiane, per segnalare e riscoprire quei luoghi da salvaguardare e far tornare a risplendere, perchè finiti in una coltre di oblio e di abbandono. Il patrimonio artistico, paesaggistico e architettonico italiano è infinito e conosciuto in tutto il mondo. Prosegue Magnifico con fervore: «Le manifatture si sono ridotte, mentre sono aumentati i servizi. La stessa Italia è satura del suo patrimonio». Sembrerebbe una provocazione, invece è l'amara realtà.

Il concorso del FAI promosso con Intesa Sanpaolo, ha ottenuto uno straordinario risultato di oltre 2 milioni di voti raccolti, infatti, rappresenta un traguardo mai raggiunto negli oltre 15 anni di storia del censimento. I 37.200 luoghi segnalati costituiscono una preziosa mappatura di posti diversi tra loro, ma comunque amati profondamente dai loro abitanti.
Alla nascita del censimento si ambiva a 'salvare' le piccole strutture locali come le chiese, le botteghe storiche, i giardini, i sentieri, ecc. Nel corso degli anni, le richieste di recupero del territorio si sono decisamente amplificate. Si parla, infatti, di dimore storiche, castelli, borghi, ville, paesaggi, fiumi e grandi distese di terra. Ma veniamo ai risultati. Al primo posto troviamo il Monte Pisano, area recentemente distrutta da un incendio, probabilmente doloso, che ha devastato oltre 1.200 ettari di terreno risparmiando il suo gioiello: la Certosa di Calci e Vicopisano (PI).
Segue il Fiume Oreto a Palermo, particolarmente inquinato per la presenza di scarichi fognari abusivi e non solo.
Sul podio, inoltre, troviamo l'Antico Stabilimento termale di Porretta Terme (BO); l'interno del complesso ospita la Sala Bibita, detta anche “Grottino Chini”, un capolavoro liberty le cui pareti sono rivestite da migliaia di piastrelle di Galileo Chini.

Questi beni riceveranno un contributo di 50 mila euro il primo, 40 mila euro il secondo e 30 mila euro il terzo, se ne avranno i requisiti e a fronte della presentazione di un progetto da concordare. Inoltre, i referenti dei luoghi che hanno ottenuto almeno 2 mila voti potranno candidare al FAI, attraverso il bando che verrà lanciato a marzo 2019, una richiesta di restauro e valorizzazione, legata a programmi concreti e con un cofinanziamento che assicuri un sostegno concreto.
Con l'arrivo della primavera riscopriamo i nostri tesori nascosti.

Foto: Certosa di Calci e Monte Pisano - Foto Michele Camelo © FAI
Cartosa di Calci e incendio Monte Pisano ©Massimo Sestini.
Fiume Oreto, Palermo, Conca d'Oro - Foto Vincenzo Russo - Terradamare cooperativa turistica.
Antico Stabilimento termale, Porretta Terme (BO) ©Morelli_MesturiniFMP © FAI -
 
Nona edizione dei Luoghi del Cuore FAI: il vincitore è Monte PisanoPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Chiusura 16/07/2020 di Stefano Pariani
Molti milanesi la ricordano ancora come la “gesetta di lusert”, la chiesetta delle lucertole, un edificio [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph