GTranslate

 

Daimon

artisti costruttori di pace
Chiusura 17/10/2019
La Galleria Art G.A.P. è lieta di accogliere nei suoi spazi, dall'11 al 17 ottobre 2019, la mostra personale, DAIMON, di Valeria Gasparrini a cura Gianluca Tedaldi.
via di San Francesco a Ripa, 105/A Roma  mappa
Inaugurazione 11/10/2019
Valeria Gasparrini presenta in questa mostra - piccola ma densa - una selezione di opere che hanno una profondità non sospettabile allo sguardo impaziente che caratterizza la nostra esplorazione di gran parte dello spazio estetico.
Profondità - verrebbe da pensare - di concetti e implicazioni ma questo, pur vero, è un aggettivo un po’ prevedibile all’interno di una presentazione.
Profondità di struttura interiore, di genesi formale, di evoluzione del linguaggio in presa diretta con il vivere: questa è un’accezione più vicina alla proposta di Valeria.
Intanto, sgombriamo il campo dalla presenza di quel lemma greco che crea inciampo … alla fretta.
Il Dèmone, di sterminata pervasività nella cultura moderna (e psicologica in particolare. Il riferimento più pertinente è quello a James Hillman) si offre qui come un sentiero interpretativo per legare tutte le immagini. Da intendersi come attitudine-guida interiore con una forte attrattività, che orienta – proprio come la gravità – il libero fluire delle scelte personali. Valeria Gasparrini elabora diversi tipi di δαίμων, tutti disordinatamente compresenti nella sua vita: il brutale rigurgito reattivo oppure la capacità di dominare e plasmare ciò che si approssima a noi, la leggerezza della trasformazione, ma anche lo stallo di quando le forze interiori si annullano o non si presentano all’appello. Ogni percorso si svolge attraverso più soluzioni di stampa (opere uniche, monotipi) che cercano di dare evidenza cromatica e bellezza (parola di ricominciare ad usare…) a questo scandaglio interiore.
Valeria è illustratrice professionista; come artista si libera dalla prevedibilità di certe convenzioni ma resta una narratrice, per questo è importante sentire, dietro le forme incise, anche la parola di un colloquio che fu, in primo luogo, una presa di coscienza verso sé stessa.
La storia professionale dell’artista, infatti, è varia nel senso di “ricca” e comprende sia il versante letterario che quello della materialità viscerale della scultura e della ceramica. Per un felice dono del destino ha conosciuto l’arte incisoria che consente di avere un rapporto fisico con matrici, colori, carte e procedure di stampa e, allo stesso tempo, permette la levità dell’immagine pura, senza spessore apparente (infatti la profondità è tutta nel procedimento…).
Un’ultima notazione molto significativa del suo modo di procedere. Dalla pratica della grafica Valeria ha naturalmente preso la confidenza con i programmi elettronici che offrono infinite varianti in corso d’opera, e stimolano quindi all’appropriazione del frutto casuale del processo creativo. Valeria ricrea – tutto in forma artigianale – questo stesso sentiero “probabilistico” proprio nelle numerose prove di stampa, volontariamente variate nella tinta o nella posizione sulla carta, creando vere e proprie suite che offrono una cornice mobile alle sue narrazioni.

Testo di Gianluca Tedaldi
 
DaimonPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph