GTranslate

 

Da “Destinazione Tina Pica” di Gioconda Marinelli alle grandi “caratteriste” del Cinema italiano

Da “Destinazione Tina Pica” di Gioconda Marinelli alle grandi “caratteriste”
del Cinema italiano con Francesco Della Calce il 15 Maggio a Minori
E’ il cinema “al femminile” il protagonista del secondo appuntamento, Sabato 15 maggio, ore
18.45, in Largo Solaio dei Pastai a Minori, dell’ottava edizione di èPrimavera…fioriscono Libri,
promossa da ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, in collaborazione con
Comune e Pro Loco di Minori.


Si parte da “Destinazione Tina Pica” di Gioconda Marinelli, edito da Giovane Holden. Figlia d’arte
(1888-1968), suo padre Giuseppe è il famoso don Anselmo Tartaglia, Tina Pica debutta a sette
anni nella Compagnia di Federico Stella al teatro San Ferdinando di Napoli in un dramma di
Eduardo Menichini. Nata attrice drammatica, passa per tutti i generi: sceneggiata, varietà, rivista,
prosa, cinema. Capocomica e commediografa, negli anni d’oro della rivista lavora con Vincenzo
Scarpetta, Agostino Salvietti, Enzo Turco e partecipa ad alcuni spettacoli di Michele Galdieri. Ha le
sue grandi affermazioni con Eduardo, Titina e Peppino De Filippo in Filumena Marturano, Napoli
milionaria, Palummella zompa e vola, e in gran parte del repertorio eduardiano.

Esordisce nel cinema nel periodo del muto e, con l’avvento del sonoro, tra i primi film interpreta Il cappello a tre
punte nel 1934 con Eduardo e Peppino e Fermo con le mani nel 1937 con Totò. Raggiunge la
notorietà e il successo a tarda età conquistando il pubblico cinematografico come irresistibile
caratterista dei film della commedia all’italiana degli anni Cinquanta. Disegna con tratti
indimenticabili la famosa Caramella nella serie Pane, amore e… con Vittorio De Sica, Gina
Lollobrigida e Sophia Loren. In particolare, Pane, amore e gelosia le vale il Nastro d’argento nel
1955 per la migliore attrice non protagonista.

“Destinazione Tina Pica” di Gioconda Marinelli la  ricorda attraverso le testimonianze di parenti, amici, compagni di lavoro, giornalisti e critici.
Alle domande con la scrittrice, biografa, giornalista e biologa molisana del direttore organizzativo
di ..incostieraamalfitana.it Alfonso Bottone, si alterneranno immagini di alcune delle sue più
celebri interpretazioni. Che saranno anche il punto di avvio di “Tina Pica, la nonna che visse due
volte”, un viaggio, per immagini, con il critico cinematografico Francesco Della Calce tra grandi
attrici e grandi caratteriste del Cinema italiano: da Dolores Palumbo a Luisa Conte, da Anna
Magnani a Franca Valeri, a Sora Lella.

Lo spunto, per il direttore artistico del Mitreo Film Festival di Santa Maria Capua Vetere e conduttore ufficiale dell’Altrove Film Festival, per raccontare storie
di vita e di cinema assieme.
Le serate si snoderanno nel rispetto delle norme anti Covid 19.
Informazioni sul sito www.incostieraamalfitana.it , sulla pagina facebook @incostieraamalfitana.it, o
telefono 3487798939.

Pin It

Viaggio nell'Arte

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Read more ...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Read more ...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Read more ...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Read more ...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Read more ...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Read more ...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Read more ...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Read more ...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Read more ...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Read more ...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Read more ...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Remember Me

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

Falegnameria di Gregorio