htLa collezione Gelman: arte messicana del XX secolotp://www.okarte.it
Chiusura 26/03/2017
recensione di Vanessa Maggi."Una mostra al Palazzo Albergati di Bologna, ci parla della "rivoluzione"messicana e di Frida Kahlo. Attenzione ai particolari, al mondo dei gioielli e della fotografia, assieme ai capolavori della coppia più discussa della storia dell'arte: Frida e Diego. Proposta interessante con metà ricavato ai terremotati, da vedere!
recensione di Vanessa Maggi.
Palazzo Albergati, Via Saragozza 28 Bologna mappa
Inaugurazione 29/11/2016

Frida Kahlo, diego, e gli altri. La collezione Gelman: arte messicana del XX secolo
Recensione di Vanessa Maggi
url: http://www.palazzoalbergati.com
dove: Palazzo Albergati BOLOGNA
http://www.palazzoalbergati.com/mostra-arte-messicana-frida-kahlo-diego-rivera-bologna/
quando: dal 29 Novembre 2016 al 26 Marzo 2017

Una mostra accattivante quella articolata ancora una volta, attorno alla magica figura di Frida Kahlo, e non poteva essere diversamente, poiché è ancora capace di meravigliarci e ammaliarci. Una donna, prima che un’artista, interprete di un’esistenza complessa e diversificata, fiaccola di passioni consumate e di dolori infranti. Le pennellate di cromie accese e composite, si dispongono in un mondo onirico, fatto di emblemi. Eppure, lei stessa affermava di non sentirsi in linea coi surrealisti, poiché presumibilmente intendeva raccontare e raccontarsi, seppure attraverso simbolici gesti, che celano però, un senso recondito. E di fatti, come lei stessa affermava, non dipingeva sogni, ma la sua personale realtà. Se per lei tuttavia, l’arte non era altro che estrapolare da un contesto, non si può certo sostenere che le sue rappresentazioni mostrino una realtà oggettiva, ma, al contrario, un’immaginazione feconda, una manifestazione del proprio vissuto esistenziale, del suo spirito inquieto, ribelle, ma anche tenera e delicata.
Le gioie e i dolori, i voli dell’immaginazione, gli effetti delle disgrazie sul suo corpo e sulla psiche, si alternano in un gioco infantile e un po’ naïf, primitivo, talvolta assordante, talaltra silenzioso. Un essere vitale, e una vitale espressione artistica, assai più interessante di quella del compagno Rivera, sebbene formalmente e politicamente più esaustivo. Forse i paragoni non hanno luogo di sussistere, poiché che questi spiriti affini, complementari e dissociati, dissimili e simili al contempo, sono inseriti entrambi nel primario gioco dialettico di arte e vita, narrato attraverso la pittura. L’uno, rivolto soprattutto all’esterno e al mondo socio-politico, l’altra, all’interiore conflitto umano e soggettivo, in bilico tra esultanza, e desiderio di morte. All’esposizione non si parla però soltanto di loro. Al contrario, si potrà affrontare il tema nel contesto suo proprio, nei rapporti, nelle estensioni dinamiche e interconnesse, con coloro che hanno fatto la “Rinascita messicana”. Sarano presenti in mostra infatti, anche altri protagonisti di quell’epoca fervida (1920-1960): RufinoTamayo, María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga. Un’epoca vivace di ricostituzione delle proprie native origini, quelle di un Messico che anelava essere padrone di se stesso, al di là delle dominazioni arginanti.
In quest’occasione, si potranno ammirare anche oggetti di pregio, curiosi, tra gioielli e fotografie, che riportano indietro nel tempo e nella storia, e abiti, ispirati sempre alla bella Frida.
Il ricavato dei biglietti in parte sarà devoluto ai terremotati, un’occasione in più per visitare.

Vanessa Maggi
mailto: [email protected]


Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto