di Francesca Bellola

SironiIrriverenza, anticonformismo, scissione e ironia sono le principali doti che accompagnano il talento di Fabio Sironi. E' infatti artista eclettico: disegnatore, illustratore, nonché vignettista per le più prestigiose testate giornalistiche ed in particolare del “Corriere della Sera”. Basti pensare che a volte la sua satira, inflessibileed elegante, fa concorrenza al pezzo da illustrare donando alla pagina un linguaggio di qualità e di spessore. L'impianto dell'immagine è costituito da un sapiente gioco nell'accatastare, deformare fino a stravolgereed a frammentare gli oggetti. La sua ricerca è caratterizzata dalla nitidezza del segno grafico che delinea con precisione volti e oggetti evidenziandoli con un sapiente studio di luci e di ombre. La sua calligrafia irrompe qua e là a fare da monito oppure a sollecitare, nell'ironia sagace che contraddistingue l'autore, un sorriso per rendere meno grave e pesante la riflessione sul nostro complesso vivere contemporaneo.

Le opere presentate nella mostra “Pecunia non olet” sono dedicate al “fracking”. Fracking inteso non solo come una tecnica di estrazione mineraria del petrolio dalle rocce di ardesia o di gneiss che, per la loro conformazione geologica si sgretolano, ma recepito in maniera simbolica come una spaccatura culturale, sociale, economica, politica ma anche personale.

Un termine, quello della frammentazione, ampiamente utilizzabile per descrivere la nostra società contemporanea nelle sue più svariate sfaccettature.

Il vuoto interiore è un fardello che può diventare insormontabile quando la solitudine prende il sopravvento. La tecnologia, ormai indispensabile per il mondo occidentale, ha incentivato, soprattutto fra i giovani, i rapporti virtuali amplificando così il disagio e la crisi esistenziale.

Tornando alla “pecunia”, tema della mostra, Sironi presenta una galleria di personaggi grotteschi come “I responsabili delle risorse umane” (collage e acrilico su carta) che raffigura i manager con la testa straripante di hamburger, oppure l'”Amministratore delegato” che ritrae la voracità del boss per conquistare il vile denaro, quindi il potere. E ancora ne “Il tempo degli squali” è ben evidente il crack delle borse provocato dai colossi della finanza. Sono immagini forti, mostruose che richiamano le celeberrime incisioni della serie i “Capricci” di Goya.

L'autore, durante la serata inaugurale della mostra a Gorla Maggiore, darà un ulteriore prova della sua abilità artistica esibendosi come performer per elaborare sino a trasformare e a frantumare una sua opera in esposizione.





Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto