GTranslate

 

Riapre il circuito Castelli del Ducato per una estate in relax tra arte e giardini segreti

Estate nella grande rete d'arte dei Castelli del Ducato con ampia scelta di costruire un itinerario nella bellezza tra rocche, dimore storiche, fortezze, giardini in Emilia-Romagna, in Toscana, in Lombardia! Nel weekend sabato 27 e domenica 28 giugno, e per tutta estate, spalancano i portoni di ingresso nuove roccaforti sia in pianura che in Appennino. Il circuito Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli è felice di riaccogliervi e lancia la stagione di un Cultural New Green!

INIZIAMO DALLE ULTIME NOVITA'

RIAPRE IL CASTELLO DI COMPIANO
Con l'estate, nel weekend sabato 27 e domenica 28 giugno 2020 riapre anche il Castello di Compiano in Appennino con la ripresa delle visite guidate al maniero: a dare l'annuncio è il Sindaco Francesco Mariani che sulla ripartenza del turismo culturale, del turismo escursionistico outdoor ed enogastronomico desidera puntare con impegno - per i prossimi mesi e per il 2021 - per valorizzare il borgo ed il comprensorio delle vallate. 


"Trovano convergenza le azioni dell'Associazione Castelli del Ducato, dei Borghi più Belli d'Italia, dell'Uncem in un momento dove c'è grande attenzione da parte delle persone per la riscoperta dei paesaggi, dei percorsi nella natura - ha detto il Sindaco Mariani - meglio se in Appennino o in montagna o piste ciclabili in zone più rivierasche di collina o pianura - e di grandi attrattori culturali come possono essere i nostri manieri e roccaforti. C'è inoltre un boom di richieste per case vacanza, appartamenti, agriturismi, bed and breakfast, piccole pensioni che punteggiano le nostre vallate per trascorrere settimane in tranquillità, nel verde, respirando aria buona, lontano dalla confusione. E se sapremo accoglierli al meglio, potranno trovare qui un nuovo ritmo slow di vita. In più abbiamo un circuito di 33 Castelli del Ducato che potranno andare ad esplorare in giri fuori porta".
VISITARE IL CASTELLO DI COMPIANO: PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, TEL. 0525.825541
Solo Sabato e Domenica e festivi: ore 10.00, 11.00, 12.00, 14.00, 15.00, 16.00, 17.00.
Salirete sul crinale che domina il fiume Taro e vi lascerà senza fiato il maestoso Castello di Compiano, fondato sulla via che collegava l'Emilia, la Toscana e la Liguria. Un maniero possente, con 3 torri circolari alla piacentina e una quadrata, più antica, che ospitava le prigioni. L'arrivo è emozionante: gli archi di ingresso, il giardino e le mura, le statue, il rivellino per ammirare il panorama dell'Appennino.
La visita guidata comprende le sale arredate della Marchesa Gambarotta: la biblioteca, la cappella del Collegio, studio, camera da letto, fino ai saloni affascinanti dedicati all'Oriente e alla Musica. Un castello semplice e forte all'esterno, che all'interno rivela invece delle stanze eleganti e ricche di opere d'arte.  Visitare il Castello è come seguire le tracce delle nobili dinastie Landi, Grimaldi, Farnese. Pizzi e ventagli veneziani, tappeti spagnoli e francesi, manifatture Richard, statuette in bisquit, candelieri Limoges e armature fanno rivivere il tempo che fu. Il percorso arriva quindi al Museo Internazionale Massonico: unico in Italia, con una ricca collezione di oggetti della Massoneria Anglosassone degli ultimi 300 anni, paramenti, oggetti di valore, e anche la ricostruzione di un tempio massonico. Dal 1997 è stato riscoperto il legame fra il Principato di Monaco ed il Castello di Compiano.
Una parte del castello è oggi adibita a relais.
Il Castello di Compiano e tutti i Castelli del Ducato hanno bisogno di voi: ogni visitatore, ogni turista che entra in uno dei nostri manieri fa un viaggio nella Bellezza e ci aiuta a tenere vivi e aperte rocche, fortezze, manieri.
Chiunque visita un Castello ne diventa il Custode per sempre. Grazie a tutti! Vi aspettiamo! Il Castello di Compiano fa parte del Parco Fluviale del Taro.
MANGIARE AL CASTELLO DI COMPIANO AL RISTORANTE IL PANIGACCIO, TEL. 0525.825541
Tipicità da assaggiare: i panigacci, le carni alla brace con contorno di verdure, salumi e vini del territori!
Solo Sabato e Domenica e festivi.
DORMIRE AL CASTELLO DI COMPIANO: PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA, TEL. 0525.825541
Al Castello si fermano spesso per vivere una esperienza magica.
[email protected]

RIAPERTO IL CASTELLO E LA ROCCA DI AGAZZANO IN VAL LURETTA
Ripartenza importante anche per il magnifico complesso formato da Castello e Rocca di Agazzano, in Val Luretta terra di ottimi vini, paesaggi collinari suggestivi e grande accoglienza! 
E' la storica dimora dei Principi Gonzaga perfetta per una bella gita fuori porta.
I due Manieri intrecciati nel grande giardino sono aperti tutti i sabati e le domeniche sempre su prenotazione con questi orari 11- 15- 16.30!
È importante la prenotazione per gestire al meglio e in sicurezza - come da normative - il vostro arrivo!
[email protected]

 

TROVATE INOLTRE APERTI I SEGUENTI CASTELLI: 

Sabato 27 e domenica 28 giugno è riaperta la Rocca Sanvitale di Sala Baganza dalle 10 alle 13.00 e dalle 15 alle 18-00. Nelle settimane a seguire aprono dal martedì alla domenica compresa, ed i festivi con lo stesso orario. Percorsi, sanificazioni necessarie e dispositivi di sicurezza, mascherine, guanti, gel battericida. Adagiata sulle prime colline dell'Appennino, presso il torrente Baganza. Ebbe un ruolo di primaria importanza nel sistema difensivo dei castelli parmensi: qui vissero conti e duchi per secoli, i Sanvitale, i Farnese, i Borbone. Conserva al suo interno preziosi affreschi e stucchi, scenografie dove donne di cuori, cultura e congiure filarono destini e trame. Visite guidate. Obbligo dimascherina.[email protected]

Domenica 28 giugno alla scoperta del il Parco delle Fiabe - 1° Parco Emotivo d'Italia al Castello di Gropparello
Giocare spensierati nei prati verdi, inventare storie all’ombra di un magico castello, sorridere a un cavaliere che cerca un drago verde, fidarsi e avere cura di se stessi responsabilmente, crescere nell’avventura nella natura alla scoperta del mondo che ci circonda: benvenute e benvenuti nell’Era di Passaggio!  A
nche il Parco delle Fiabe ritorna a vivere di magia, come in una valle incantata attorno al turrito castello per colorare la fantasia dei più piccoli e scaldare il cuore ai più grandi.
Le attività estive di animazione si svolgeranno all’aperto tra i boschi e la valle che circondano il Castello, in alcune parti di sentiero e – grazie alla rigenerazione delle storie che i ragazzi si troveranno a scoprire e delle attività proposte – di fatto, tutti vivranno un nuovo grande inizio nel Parco delle Fiabe: una prima volta anche per chi l’avesse già visitato.
Un nuovo debutto! La giornata includerà 3 percorsi: ♂️ Visita Incantata nel Bosco; Visita Guidata al Castello; I Giochi dei Cavalieri
ASSOLUTA NOVITA’: PER AIUTARE LA RIPRESA TROVERETE I BIGLIETTI IN PROMOZIONE!
IL BAMBINO PAGA € 14,50 (+ € 1,50 per prevendita on line)
E ANCHE L’ADULTO PAGA IL PREZZO BIMBO!
Le attività si faranno in gruppi di massimo 25/30 persone a seconda del tipo di attività.
Pranzo alla Taverna Medievale per piatti tipici o Loco di Ristoro con i Cestini del Pellegrino e del Pastore.
– Prenotazione obbligatoria
– Misurazione della temperatura e controllo visivo della mascherina e dei guanti. Chi avesse più di 37.4 di temperatura, non potrà entrare da nessuna parte, e dovrà obbligatoriamente uscire.
– PER ENTRARE AL CASTELLO LA MASCHERINA E I GUANTI SONO INDISPENSABILI.
– Anche al ristorante serve la mascherina, che si può togliere solo nel momento in cui si è a tavola
In tutti gli ambienti, sia aperti che chiusi dovrà essere rispettata la distanza di un metro dagli altri visitatori. Le famiglie e le coppie conviventi potrà stare vicine senza rispettare il distanziamento sia in visita che al ristorante. I genitori sono responsabili dei minori anche per il distanziamento sociale.
Prenotazione diretta: [email protected] 

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Tabiano sulle colline di Tabiano Castello, vicino a Salsomaggiore Terme (Parma)
Sabato 20 e domenica 21 giugno
Ha riaperto il magnifico Castello di Tabiano nel suggestivo borgo di Tabiano Castello, circondato da ciliegi colmi di buoni frutti, colline dolcissime in tutto il loro splendore cromatico, sentieri perfetti per camminate in relax e sicurezza: il maniero con i suoi giardini e terrazze fiorite, lo scalone d’onore e gli spazi verdi è un luogo di grande bellezza dove potrete rigenerarvi, in sicurezza e tranquillità. Molte le novità:
- per tutto il mese di giugno le visite guidate si svolgono proprio con i proprietari della roccaforte! Un'occasione unica da cogliere al volo! Orari delle visite: 10.00 - 11.00 - 16.00 - 17.00
- i turisti troveranno nuovi pannelli esplicativi arricchiti con foto di cartoline d'epoca per un viaggio nella storia del territorio, del costume, della bellezza.
- per gli innamorati che cercano location da favola dove sposarsi nel 2021 o già da settembre 2020 per chi è già pronto, ricominciano i sopralluoghi dedicati ai fututi sposi.
Il Castello è in posizione dominante sulle prime colline che sovrastano la Pianura Padana, con un panorama unico che spazia dall’Appennino fino alla catena alpina. E' raggiungibile attraverso un bellissimo viale alberato è uno dei più importanti monumenti di difesa dell’epoca feudale nell’Alta Emilia. Nel Borgo si trova il Relais di Charme Antico Borgo di Tabiano Castello - che riapre invece l'11 giugno 2020 - con stanze, suite e appartamenti. Per chi cerca Alloggi di Charme tra Antiche Mura c'è l'opportunità di prenotare settimane di vacanza nella rete del caratteristici Casali che attorniano il Castello di Tabiano, con possibilità di piscina in sicurezza.
Per le visite guidate al Castello di Tabiano: obbligo di mascherina. All'ingresso potrà essere misurata la temperatura agli ospiti, per una massima sicurezza nei confronti dei visitatori. L'apertura rispetta ogni DCPM e Ordinanze Regionali in costante aggiornamento: 
[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Palazzo Farnese - Cittadella Viscontea a Piacenza con una straordinaria novità!
Tutti i venerdì sera dalle 21 alle 23 dal 12 giugno al 31 luglio ESCI DA CASA ENTRA AL MUSEO
visite guidate a tema al costo di € 3
prenotazione obbligatoria via mail a [email protected] oppure via tel 0523 492658
Tema di venerdì 12 giugno: Storia di un palazzo: Margherita e la costruzione di Palazzo Farnese, presentazione della direttrice, Antonella Gigli.
Le Collezioni di Palazzo Farnese sono tornate visitabil e fino al 31 luglio questo è l'orario:
sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19
I visitatori entreranno in numero contingentato in base alla capienza delle sale, dovranno indossare la mascherina, utilizzare i gel disinfettanti collocati all’ingresso e mantenere le distanze di sicurezza. 
[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Rocca Sanvitale di Fontanellato (PR)
Torna visitabile con un bellissimo giardino pensile riqualificato, in fiore tra ortensie bianche e rosa, affacciato sul fossato ancora colmo d'acqua, nel fine settimana, il sabato e la domenica, con orario 10.00–13.00 e 14.00–17.00, con attiva la prenotazione obbligatoria tramite biglietteria on line per l’acquisto dei biglietti su VivaTicket, proprio per evitare assembramenti davanti all'ingresso e garantire un flusso monitorato. I gruppi potranno essere composti al massimo di 8 persone. Incantevole, al centro del borgo, la Rocca è ancora circondata da ampio fossato colmo d'acqua: racchiude uno dei capolavori del Manierismo italiano, l'Affresco dipinto dal Parmigianino nel 1524 con il mito di Diana e Atteone, e la curiosa Camera Ottica. 
- obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale;
- obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata della visita accompagnata;
- ingressi contingentati fino a 8 persone per volta;
- saranno esposti cartelli informativi e segnaletica per il rispetto delle norme di sicurezza;
- dotazione di gel igienizzanti a disposizione dei visitatori;
- ambienti costantemente puliti e servizi igienici sanificati;
- in biglietteria sono allestiti dispositivi trasparenti, parafiato e antibatterici
[email protected]


Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Rivalta magnifica dimora storica in Val Trebbia dove dimorano ancora oggi i Conti Zanardi Landi. 
Prevede misurazione della temperatura all'ingresso del maniero. Visite guidate. Obbligo di mascherina. Quando andare? Dal Lunedì al Venerdì solo su prenotazione. Sabato visite dalle ore 11.00 alle ore 18.00* (*inizio ultima visita guidata); Domenica visite dalle 10:30 alle 12.00* e dalle ore 14.00 alle ore 18.00*(*inizio ultima visita guidata). Nel weekend è gradita la prenotazione. E' possibile prepagamento a mezzo bonifico bancario. 
[email protected]
Per chi ama l'arte, le collezioni particolari, gli oggetti di grande pregio e le curiosità, c'è una bella notizia: l'apertura straordinaria al Castello di Rivalta in Val Trebbia - nel circuito Castelli del Ducato - della Sala della Musica con la mostra unica "Viaggio in Europa"  dedicata alle sorprendenti Vedute Ottiche. 
Oltre al percorso di visita guidata classico al Castello di Rivalta, che prevede stanze con arredi di diverse epoche (camere da letto, sala delle armi e della Battaglia di Lepanto, Museo del costume militare….e un panorama spettacolare dall’alto della Torre sul Trebbia), la visita comprenderà la straordinaria Mostra delle Vedute Ottiche e stampe incise in rame originali del 1700 intitolata "Collezioni di una Famiglia”. Sarà possibile ammirare in ambienti solitamente inaccessibili 104 vedute ottiche originali del 1700. Ad un primo sguardo le incisioni vi potranno sembrare delle classiche vedute di piazze e palazzi di città italiane ed europee, ma questa collezione ha qualcosa di speciale: quando la sala sarà al buio, e le vedute ottiche saranno retroilluminate, le incisioni improvvisamente vi sembreranno delle vedute notturne. Si tratta di incisioni dai colori molto vivaci, con cieli azzurri digradanti verso un orizzonte più chiaro, strade e piazze con una prospettiva volutamente accentuata: le finestre degli edifici rappresentati sono appositamente traforate e coperte da carte colorate, così che una volta retroilluminate si ottiene un effetto notturno della stessa scena! Le vedute ottiche oggi sono raggruppate nella stessa sala, ma un tempo queste si osservavano all’interno di una scatola, una ad una: era come vedere un film! Osservandole potrete riconoscere le piazze di città come Firenze, Roma, Londra, Parigi, Amsterdam …che erano considerate tappe fondamentali del Gran Tour, il viaggio che i nobili intraprendevano per completare la propria formazione nel 1700 e nel 1800, che poteva durare da pochi mesi fino ad una paio d’anni. Inizialmente dei souvenir, divennero in seguito pezzi da collezione. Le producevano stampatori attivi a Londra e Parigi e in Italia i Fratelli Remondini di Bassano. La collezione dei Conti Zanardi Landi di Rivalta, esposta nel castello di famiglia, è intitolata "Viaggio in Europa” e comprende anche le incisioni dette del "Figliol Prodigo”, le uniche che non rappresentano vedute di piazze conosciute. La storia del Figliol Prodigo che lascia la casa paterna era il pretesto per raccontare un viaggio attraverso l’Italia e le maggiori città d’Europa.

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del millenario Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino (PR) sulle colline a 2 km da Salsomaggiore Terme, con l’apertura straordinaria del suo grande giardino 
I
l maniero più antico della provincia di Parma, il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, vi offre l'opportunità di vedere porticine segrete e curiosi passaggi che sorprenderanno i bambini e appassioneranno chi adora le leggende! Verrà, infatti, eccezionalmente aperta la porticina del Salotto del Diavolo, a pianta ottagonale, con affreschi del Cinquecento e del Settecento, dipinto interamente con grandi scene trompe l'oeuil e scene mitologiche. Dove conduce e cosa collega il passaggio segreto? Cosa si vede nell'Affresco del Salotto del Diavolo? Lo scoprirete visitando il Castello di Scipione! Il percorso della visita è inoltre stato ampliato e include anche il grande giardino, lo scalone dei cavalli con il suo giardino segreto e la terrazza con il loggiato seicentescoPer una visita immersi nel verde, tra i suoni e i colori della natura.
Immerso in un imperdibile paesaggio collinare, apre eccezionalmente anche il suo grande giardino affacciato sul paesaggio, il loggiato seicentesco con le sue finestre che si aprono come quinte sceniche sul paesaggio in fuga prospettica, lo scalone quattrocentesco dei cavalli e il giardino segreto. Il Castello si erge sul Parco regionale dello Stirone e del Piacenziano, un'area naturale protetta della Regione Emilia-Romagna, in un suggestivo e tranquillo borgo medievale da dove partono numerosi percorsi di trekking in mezzo alle colline. Nel rispetto dell'ultimo DCPM e delle ordinanze regionali, sono state attuate tutte le misure per garantire una visita in massima sicurezza. Si potrà visitare il Castello su prenotazione per evitare attese e assembramenti, con l’obbligo della mascherina, rispettando le distanze di sicurezza. Sono stati rivisti alcuni punti del percorso e programmati il numero massimo di persone per ciascuna sala. La biglietteria è stata riorganizzata con le protezioni necessarie e verranno messe a disposizione tutte le indicazioni utili per i visitatori, che avranno a disposizione anche diverse postazioni igienizzanti. La guida accompagnerà i visitatori durante tutta la visita. Riaprono anche le due Suites a disposizione degli ospiti all’interno del Castello di Scipione, intere porzioni del Castello di 70 mq, compresa la romantica Suite Azzurra che occupa l’intera torre a pianta quadrata del Castello, dotate di salotto e cucina, per trascorrere un soggiorno in un contesto esclusivo, in un’atmosfera romantica e ricca distoria.[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta della Rocca Viscontea di Castell'Arquato, ti racconta il Medioevo. 
Si arriva a Castell’Arquato attraversando colline morbide punteggiate dai vignetid’uve bianche e rosse, tra campi coltivati. Già da lontano avvisti le magnifiche torri e la Rocca Viscontea che domina il borgo e la Val d'Arda. Sovrasta l'intero complesso il mastio di 42 metri d’altezza, un tempo isolato, perno della difesa urbana e del sistema di sorveglianza dell'intera vallata. Sabato, domenica e festivi: dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle ore 18.00. Feriali: apertura con visita accompagnata alle ore 10.30 – 14.30 – 16.00 Chiuso lunedì non festivi.
L’ultimo ingresso, sia al mattino che al pomeriggio, avviene mezz’ora prima dell’orario di chiusura. In Rocca non sarà possibile l’acquisto di biglietti, che saranno venduti solo in Ufficio Turistico.
Modalità di visita: i visitatori potranno entrare solo indossando la mascherina. Gli ingressi saranno contingentati (fino ad un massimo di 15 persone ogni 30 minuti). 
Verrà utilizza segnaletica, anche a pavimento per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro. Verranno posizionati dispenser per sanificazione delle mani in più punti.[email protected]
L'iniziativa Trekking del Vino è stato posticipato al 27 giugno

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Varano De' Melegari in Appennino (PR)
Tornano le visite guidate. Ecco le modalità di accesso:
- Apertura del Castello al pubblico, con visite guidate, tutte le Domeniche; partenza visite alle ore 10:30, 11:30, 14:30, 15:30, 16:30, 17:30, 
e massimale di dieci visitatori per turno (la prenotazione è molto consigliata).
- I visitatori dovranno presentarsi muniti di mascherina e sarà disponibile in castello il disinfettante per igienizzare le mani prima dell'inizio della visita; 
durante la visita occorrerà indossare la mascherina e mantenere il distanziamento interpersonale di almeno un metro.
- Possibilità di pagare i biglietti sia in contanti presso la biglietteria del castello, sia anticipatamente mediante bonifico bancario.
- Visite guidate private disponibili, solo su prenotazione, da Lunedì a Sabato.
[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello Malaspina di Bobbio in Val Trebbia nel borgo eletto nel 2019 "Borgo dei borghi" d'Italia. La struttura fortificata, costituita da più corpi di fabbrica racchiusi entro la cinta muraria interna in pietra, si trovo in un borgo antico di straordinaria bellezza. Al fortilizio si accede da due ingressi, entrambi posti anord.[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Montechiarugolo: qui le visite sono guidate, con cadenza oraria per un massimo di 20 persone. ll percorso si svolge privilegiando le soste all'aperto nel giardino in fiore per favorire le spiegazioni en plein air e mantenendo una continua aerazione degli spazi chiusi. Oltre alle sale di rappresentanza e al consueto itinerario di visita saranno visitabili anche i camminamenti di ronda. Per accedere è obbligatorio l'uso della mascherina e mantenere una distanza di sicurezza. Orari validi fino a fine giugno: sabato pomeriggio dalle 15 alle 18;domenica e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. Segnaliamo che resta chiusa al pubblico la sala detta "Camera Antica " in quanto è in corso il restauro degli affreschi: la riapertura è prevista per metà giugno circa. E siamo certi sarete in tantissimi a venire a visitarla![email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta di Rocca d'Olgisioin Val Tidone sull'Appennino. Visite guidate. Obbligo di mascherina. E' uno straordinario Castello in Appennino a circa 35 chilometri da Piacenza con vista panoramica mozzafiato abbarbicato a 570 metri d’altitudine. Da qui, nelle giornate più terse potrete vedere il Monte Rosa o scorgere addirittura i primi grattacieli di Milano! Incastonata nella roccia, a presidio delle valli dei torrenti Tidone e Chiarone, Rocca d'Olgisio è una delle piu antiche e suggestive rocche piacentine, cinta da ben sei ordini di mura. Il giardino ospita misteriose grotte naturali, un tripudio di orchidee e rare amarillidi gialle visibili anche sulle colline di Pianello Valtidone, nell’alta Val Chiarone. La Rocca è visitabile tra giardini, interni e cantine. Interessante la sala delle armi. Ospita varie tipologie di palle da catapulta in sasso e palle da cannone in ferro tutte recuperate nei boschi, mute testimoni delle antiche battaglie combattute. Giorni e orari di visita, sabato e prefestivi visite ore 15 e 16; domenica e festivi9.30/11.30*-14.30/17.45* (* inizio ultima visita) [email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello sul Po, per una sosta golosa all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense
Potrete passeggiare in tranquillità sull’argine maestro del fiume più lungo d’Italia: il Po, e poi fare un aperitivo al caratteristico BarSò. Animali di razze antiche, come il maiale "Nero di Parma”, oche, pavoni animano l’aia. Nelle cantine stagionano i preziosi culatelli, i vini ed il Parmigiano-Reggiano. L'Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, in provincia di Parma, fi costruita agli inizi del 1400 su un fortilizio preesistente, dai marchesi Pallavicino di Polesine. Questo è il regno dove lo chef stellato Massimo Spigaroli, con il fratello Luciano Spigaroli e la nipote Benedetta, vi invitano a corte, offrendo prelibatezze gastrofluviali davvero sopraffini. Scoprirete nel maniero anche un ristorante Stella Michelin dove mangiare da favola. Animali di razze antiche, come il maiale "Nero di Parma”, oche, pavoni animano l’aia. Nelle cantine stagionano i preziosi culatelli, i vini ed il Parmigiano-Reggiano.
[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Gropparello che permette di abbinare anche un goloso spuntino, pranzo o merenda come preferite, alRistorante Taverna Medievale.
Per giornate in relax nel verde della natura, in una magica dimensione come fuori dal tempo. Il maniero è immerso nella verdissima Val Vezzeno, sopra uno sperone di serpentino verde, a picco sul torrente. Riapre anche la Taverna Medievale,con il suo splendido giardino delle rose. Lo chef vi offre piatti tipici della tradizione locale e piatti gourmet abbinati ai vini Dop dei colli piacentini. Visite guidate. Obbligo di mascherina.[email protected]



Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta della Reggia di Colorno: nuovamente aperte al pubblico le sale del piano nobile, l’Appartamento del Duca Ferdinando e la Cappella ducale di San Liborio e si potrà usufruire di visite guidate, esclusivamente su prenotazione, al fine di garantire la massima sicurezza per tutti. Sulla base delle indicazioni del 12 maggio 2020 del Comitato Tecnico Scientifico per la riapertura dei musei e degli altri istituti e luoghi di cultura, saranno adottate le misure di prevenzione e protezione per la completa sicurezza del personale e dei visitatori: tutti dovranno obbligatoriamente indossare la mascherina; l’accesso sarà consentito solo con visita guidata con un massimo di 15/20 persone per gruppo e mantenendo il distanziamento (si terrà conto dell’eventuale presenza di bambini e nuclei familiari). Gli orari di visita per i mesi di giugno, luglio e agosto saranno i seguenti: da martedì a venerdì alle 10 e alle 16, (su prenotazione); sabato alle 10, 11.30,15 e 16.30, domenica alle 10, 11.30, 14.30, 15.30, 16.30 e 17.30. Lunedì feriali: chiuso.[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Mastio e Borgo Fortificato di Vigoleno, Bandiera Arancione del Touring Club Italiano sulle bellissime colline piacentine. Accessibile solo il sabato, domenica ed i festivi, merita la salita a mole del mastio quadrangolare dotato di feritoie, beccatelli e merli ghibellini, con quattro piani di visita. In alto si gode una vista spettacolare sulla male circostante. per ora rimane sospesa l'apertura pomeridiana dal lunedì al venerdì. L’orario di apertura rimane quello normalmente previsto per questo periodo. Nel rispetto della normativa vigente, gli ingressi saranno contingentati. Potranno entrare al massimo 25 visitatori per volta che dovranno indossare la mascherina, igienizzare le mani all’ingresso e mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro. Il personale potrà misurare la temperatura corporea all’ingresso.
Per il percorso 2 (visita mastio + guidata al piano nobile): la visita al piano nobile si svolge con massimo 12/13 persone
Per il percorso 3 (visita guidate mastio-borgo-piano nobile) i gruppi saranno di massimo 25 persone, per il piano nobile il gruppo verrà diviso ed entreranno massimo 12/13 persone per volta.
Le visite guidate non possono essere prenotate. 
[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta della Rocca Meli Lupi di Soragna consentendo in via eccezionale la visita al meraviglioso Parco per i visitatori che ne faranno richiesta, sempre con le limitazioni date dal tempo atmosferico. La prenotazione è obbligatoria anche per turisti singoli, per regolare al meglio il flusso delle persone all'interno delle bellissime sale arredate e affrescate.[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Roccabianca, nelle terre di Giovannino Guareschi, il papà letterario di Peppone e Don Camillo. Il Castello di Roccabianca fu costruito attorno alla metà del Quattrocento per l'amata Bianca Pellegrini dal Magnifico Pier Maria Rossi da cui il nome Roccabianca, in provincia di Parma. E’ ilCastello degli innamorati e degli amanti. E' il Castello di liquori, acquaviti, aceto balsamico con il Museo della Distilleria nelle antiche cantine e le stanze di stagionatura dei Culatelli. Tutti i week-end per il mese di giugno le aperture saranno di sabato e domenica visite dalle ore 15.00; ultima visita ore 18.00.Obbligo di mascherina.[email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta della Rocca Pallavicino di Busseto torna ad accogliere viaggiatori colti e curiosi nei suoi musei e alla Rocca Pallavicino. In tutti i fine settimana (da venerdì a domenica) di giugno e luglio, sono aperti al pubblico la Casa Natale di Verdi, la culla del maestro, la Casa Guareschi, con il ricchissimo archivio del “padre” di Don Camillo e Peppone, il Teatro Giuseppe Verdi, monumentovivente alla musica del maestro. Gli ingressi e le visite saranno regolamentati secondo le ultime disposizioni in materia di prevenzione sanitaria, disposte dalle pubbliche autorità. È necessario munirsi di mascherina  [email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta della Fortezza di Bardi tra Val Ceno e Val Noveglia, castello spettacolare in Appennino: nelle giornate d'estate si gode una vista magnifica dal maniero arroccato da più di mille anni sopra uno sperone di diaspro rosso. Percorrerete i camminamenti di ronda, attraverserete il cortile d’onore, la piazza d'armi. Vi parleranno invece della vita quotidiana di un tempo lontano il pozzo, la ghiacciaia, i granai, il forno. Obbligo di mascherina. [email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Torrechiara di proprietà dello Stato: adotta un percorso di visita obbligato secondo indicazioni del personale di vigilanza e regole chiare: vietato l’accesso a persone con sintomi influenzali; obbligo di mascherina e distanziamento almeno 1 metro; evitare assembramenti e non toccare oggetti/superfici; accesso ogni 30 minuuti a partire dall’orario di apertura; presenza massima per ogni accesso di 50 persone. No gruppi – No visite guidate. Da martedì a sabato: 10:00 -19:00. Domenica e festivi: 13:00 - 19:00. Lunedì: CHIUSO. Ultimo ingresso e chiusura biglietteria 30’ prima degli orari indicati. [email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello del Piagnaro a Pontremoli (MS) ed il Museo delle Statue Stele Lunigianesi per ammirarle in tutta la loro bellezza e il loro mistero. Si accede con un orario ridotto proprio per garantire la massima attenzione alle norme di prevenzione volte al contenimento del virus: sarà quindi possibile entrare nuovamente alla fortezza di Pontremoli, dalle ore 10,00 alle 12.45 e dalle 15.00 alle 18,30. Una bella notizia per tutti coloro che giungeranno a Pontremoli e per chi ancora non ha avuto l’occasione divedere da vicino l’antico “Popolo di pietra” e tutta la bellezza che attorno regna sovrana. Il tutto sarà regolamentato gestendo al meglio l’ingresso e il distanziamento necessario e dettato dalle norme vigenti, e cercando di garantire a tutti i visitatori la massima sicurezza e una visita all’altezza delle aspettative. Sarà consentito l’accesso a gruppi massimo di 4 persone, con una presenza massima di visitatori all’interno del museo di 20 persone. Purtroppo, sempre per rispettare le norme vigenti, non sarà possibile utilizzare l’ascensore del castello e neppure quelli interni, fatta eccezione per visitatori con difficoltà di deambulazione u appuntamento, proprio al fine di poter garantire il giusto rispetto per le direttive vigenti. Proprio al fine di poter garantire la sicurezza di tutti si suggerisce di prenotare la visita. [email protected]

Sabato 27 e domenica 28 giugno tornano le visite guidate al Castello di Gambaro in Appennino in Alta Val Nureinoltre fino a settembre ala esclusiva in affitto vacanze vuoi vivere in castello? per 7 - 15 - 30 giorni un piano-appartamento con cucina abitabile di 160 metri quadrati è disponibile in affitto per rigenerarti.[email protected] 
Se tra le parole più cercate, nei trend dei motori di ricerca, c'è “casa vacanze”, qui si può soggiornare in un borgo storico con soli 20 abitanti, dove è possibile nei paraggi fare trekking e passeggiate, itinerari in mountain bike, andare a pesca, andare per funghi, visitare i Castelli nei dintorni.

Sabato 27 e domenica 28 giugno tra i bambù del Labirinto della Masone a Fontanellato nel cuore della Food Valley. Possono entrare in numero massimo 10 persone ogni 15 minuti, garantendo il pieno rispetto delle misure di sicurezza. Possibilità di visitare anche gli spazi interni della collezione d'arte FMR. Visite guidate. Obbligo di mascherina.
[email protected]

Domenica 28 giugno alla scoperta del Torrione della Rocca dei Terzi di Sissa-Trecasali (PR)
Nella zona rivierasca del Grande Fiume Po. Il castello quattrocentesco si trova in una zona dove si mangia la Spalla Cruda di Palasone ed il pesce gatto. Il complesso fortificato di Sissa eretto probabilmente nel secolo XIV dai Terzi che ne erano feudatari, fu più volte modificato in ordine alle esigenze difensive dei vari periodi storici, ma ha conservato intatto il torrione, che sovrasta due ali più basse che hanno modificato le preesistenti strutture medioevali. Dalla seconda metà del Cinquecento in poi la parte esistente delle vecchie murature subisce numerosi riadattamenti sino ad assumere nel Settecento la tipica impronta di residenza signorile.
Dal 7 Giugno fino al 27 Settembre apertura ogni domenica con orario: 10.00 - 12.00 e 15.30 - 18.30
La prenotazione è obbligatoria a: [email protected]
Ingresso: 3 Euro
Max 5 persone per turno
Mascherina obbligatoria
Gel igienizzante, guanti e mascherine disponibili sul posto
Inoltre: fino alla fine di Agosto 2020, presentando uno scontrino o la ricevuta di una consumazione di almeno 5 Euro presso i bar e i ristoranti nel Comune di Sissa-TRecasali, effettuata nella settimana della visita, il biglietto alla Rocca di Sissa è gratuito! 
Cosa vedere all'interno della Rocca di Sissa?

L'orologio della Torre: nella salita al mastio è possibile ammirare il raro meccanismo in ferro dell'orologio da torre voluto dai Terzi e databile tra il 1450 e il 1550. Composto da due treni, rispettivamente per il tempo e la suoneria movimentati dalla caduta di pesi, è dotato di un sistema di scappamento a verga, caterina e bilanciere.
Graffiti: si possono ammirare nell'ambiente sottostante la cella campanaria del mastio, adibito ad hospitale per i pellegrini a partire dalla seconda metà del '400 per volere di Apollonio Terzi. Sissa si trovava, infatti, su un percorso alternativo che collegava la Lombardia con Parma riallacciandosi alla via Francigena e alla via di Linari.
La campana: venne fusa nel 1548 per volere di Francesco e Panfilo Terzi. Originariamente movimenta meccanicamente e decorata con icone e versetti del Vangelo di Giovanni, aveva la funzione, assieme all'orologio, di scandire il tempo delle attività istituzionali, oltre che quelle nei campi e nei mercati. Affresco di Sebastiano Galeotti: all’interno le sale presentano decorazioni ed affreschi; di notevole interesse è il grande affresco dell’ex sala consiliare, opera meritevole ma sconosciuta di Sebastiano Galeotti (n.1676 – m.1741). Ascolterete visitando la Rocca di Sissa la storia d'amore tra  Vittoria di Guido Terzi e il giovane Morello da Parma, famigliare di Galeazzo Sforza, è ben conosciuta dai sissesi. Nel 1471 la dama venne forzatamente rinchiusa nel convento di San Domenico. Il giovane soldato innamorato chiese l'intervento del Duca di Milano e della Curia Vescovile senza riuscire a liberarla. I due non si videro mai più ed oggi, nel silenzio di certe notti di maggio, non è difficile sentire provenire dal piano nobile, il suono dei pugni di Vittoria battere con disperazione.
L'apertura rispetta ogni DCPM e Ordinanze Regionali in costante aggiornamento. [email protected]>

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta del Castello di Bianello a Quattro Castella (RE)
Il castello è accessibile solo con visita guidata. Le visite partono ogni ora dal bookshop del castello.
Nel rispetto delle norme vigenti per l'emergenza Covid 19, saranno organizzati gruppi di 6-8 persone, dando la precedenza a chi ha prenotato telefonicamente la visita.
I visitatori potranno accedere al castello solo indossando la mascherina e i guanti.
SABATO dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
GIORNI FESTIVI dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00
LUGLIO e AGOSTO
GIORNI FESTIVI dalle 15.00 alle 23.00 e il giovedì sera dalle 19.00 alle 22.00
Tariffe:
intero euro 6,00
ridotto euro 3,00 (residenti nel territorio comunale , giovani fino ai 18 anni non compiuti,
studenti fino ai 26 anni non compiuti e scuole del territorio comunale);
gratuito fino a 12 anni
Informazioni, prenotazioni: 
[email protected]

Domenica 28 giugno alla scoperta di Villa Medici del Vascello a San Giovanni in Croce, in provincia di Cremona - storica dimora inserita sul portale dei Castelli del Ducato
SCOPRI LA DAMA CON L’ERMELLINO
Se vuoi scoprire chi era Cecilia Gallerani, la musa che ispirò Leonardo da Vinci e alla quale lo stesso si rivolgeva con l'affettuoso appellativo di "Amantissima mia diva", visita Villa Medici del Vascello! Il percorso di visita è arricchito da un focus multimediale dedicato alla Dama con l'ermellino nelle sale che furono la sua dimora. Per ulteriori informazioni contattaci al 370 3379804 o scrivici [email protected]
ORARI DI APERTURA
Villa Medici del Vascello si trova a San Giovanni in Croce (Cremona) ed è visitabile ogni domenica; l’ingresso turistico è posto in via Matteotti 2.
L’accesso dei visitatori avviene con visita guidata.
Orari delle visite: 10:30/11:30/15:00/16:00/17:00 
E' consigliata la prenotazione.

Sabato 27 e domenica 28 giugno alla scoperta di Villa Dosi Delfini ai Chiosi, a Pontremoli, nella bellissima Lunigiana che riparte! Tornano le visite guidate con prenotazione obbligatoria da sabato 20 giugno. Vale il viaggio perchè entrerete in un gioiello dell’arte barocca, storica dimora al termine di un suggestivo viale alberato che costeggia il torrente Verde. Vi si arriva attraversando un ponte fatto costruire appositamente nel 1705 dalla famiglia Dosi. Costruita come luogo di villeggiatura e di delizie - esiste anche un palazzo Dosi in centro città - la villa è sviluppata lungo il pendio di una collina, con una notevole esposizione al sole durante tutto il giorno. Abbinate il tour al Castello del Piagnaro sempre a Pontremoli e al Museo delle Statue Stele. Info e prenotazioni: [email protected]

I visitatori sono i benvenuti: sono loro l'altra metà dei Castelli del Ducato. Ricominciamo insieme con rispetto delle persone, delle regole e dei luoghi, responsabilità per le azioni e un nuovo ritmo slow! Le visite del pubblico saranno gestite attraverso nuove misure organizzative di accoglienza, in linea con gli indirizzi governativi della Fase 2 nei luoghi della cultura”.

- obbligo di mantenere la distanza di sicurezza interpersonale;
- obbligo di indossare la mascherina per tutta la durata della visita;
- ingressi contingentati;
- saranno esposti cartelli informativi e segnaletica per il rispetto delle norme di sicurezza;
- dotazione di gel igienizzanti a disposizione dei visitatori;
- ambienti costantemente puliti e servizi igienici sanificati;
- in alcuni luoghi è prevista la misurazione della temperatura corporea all'ingresso;
- in alcune biglietterie sono allestiti dispositivi trasparenti, parafiato e antibatterici;
- attenzione, informarsi prima di partire: molti castelli hanno introdotto la prenotazione obbligatoria; alcuni hanno attivato solo la biglietteria on line su piattaforme dedicate; in altri non c'è obbligo di prenotazione ma è comunque gradita e molto consigliata.

Per prenotare giorni, orari di visita e prendere visione delle modalità di accesso i turisti possono scrivere a [email protected] oppure consultare il websitewww.castellidelducato.it in quanto si entra nei castelli pochi per volta, nel rispetto di tutte le normative del DPCM e Ordinanze Regionali, per proteggere la sicurezza dei visitatori e quella del personale e delle guide in servizio.

Per approfondimenti, orari, modalità di accesso e prenotazione (se obbligatoria o no, se telefonica o on line) e aggiornamenti vari trovate tutto su |> www.castellidelducato.it

#CustodiDiStoria #CustodiDiVita
#turismoculturaleitaliano


Le presenti comunicazioni sono autorizzate dai Soci del Circuito Castelli del Ducato in base alle informazioni fatte pervenire dagli stessi ad Associazione Castelli del Ducato. Si declina ogni responsabilità in caso di cambiamenti work in progress. Per aggiornamenti costanti www.castellidelducato.it

Il circuito Castelli del Ducato di Parma, Piacenza e Pontremoli è felice di riaccogliervi e lancia la stagione di un Cultural New Green!

IN FOTO: il Castello e la Rocca di Agazzano

Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph