GTranslate

 

A Lugano con l'arte italiana

evolution
Chiusura 22/09/2019
di Clara Bartolini
Una visita a questa città sul lago vale sempre la pena. In particolare per gli eventi che propone in fatto d'arte da fine settembre. Dal 18 al 22 settembre l'appuntamento è stato con WopArt Work on paper, alla sua terza edizione. Fondata da Paolo Manazza e presentata al Centro Esposizioni Lugano, ha proposto 43 gallerie internazionali con lavori prevalentemente su carta.
Sedi varie - Lugano mappa
Inaugurazione 18/09/2019
Una visita a questa città sul lago vale sempre la pena. In particolare per gli eventi che propone in fatto d'arte da fine settembre. Dal 18 al 22 settembre l'appuntamento è stato con WopArt Work on paper, alla sua terza edizione. Fondata da Paolo Manazza e presentata al Centro Esposizioni Lugano, ha proposto 43 gallerie internazionali con lavori prevalentemente su carta. Del comitato scientifico fa parte Mimmo di Marzio e, da quest'anno, il gruppo BolognaFiere Spa ha offerto una collaborazione tecnico organizzativa. Unitamente all'apporto prezioso dell' imprenditore collezionista Alberto Rusconi.
La fiera presenta 4 sezioni, MAIN COURSE, MODERN, CONTEMPORARY e OLD MASTER. Tra i nuovi spazi ideati la PIAZZA DELLA CULTURA, per incontri, dibattiti, laboratori, e con  bar e ristorante.

Quest'anno, anche sette mostre interne si sono aggiunte al già ricco programma, tra queste CINQUE PAPIRI DAL MUSEO EGIZIO DI FIRENZE. Un pacchetto davvero interessante, con molti artisti italiani presenti in ognuno dei settori della manifestazione, dagli storicizzati agli emergenti. Fuori dalla fiera, e per una più lunga programmazione visitabile nei prossimi mesi, la Collezione Giancarlo e Danna Olgiati, espone nei suoi spazi, dal 22 settembre al 12 gennaio "MARISA MERZ, Geometrie sconnesse palpiti geometrici", in collaborazione con la fondazione Merz. Curata da Beatrice Merz, vale veramente la pena. Offre l'attenzione che merita a quest'artista originalissima e sensibile, che ha operato con impegno e dedizione nella sperimentazione di tecniche e materiali. La mostra riunisce quarantacinque opere, coprendo l'intero orizzonte creativo dell'artista da poco scomparsa. Un excursus nella indomita continua ricerca dell'artista sul tema del volto, con un ventaglio di materiali quali carta, creta, lastre metalliche, fili di rame, con esiti personalissimi. L'esposizione delinea cinquant' anni del suo lavoro e non dimentica di presentare nessuno dei suoi filoni significativi.

Alla Fondazione Gabriele e Anna Braglia, dal 19 settembre al 19 marzo 2020, un'altra mostra interessante. "Angeli a Venezia, Guardi e Music nell'universo di Anna Braglia", la più importante collezione di gouaches di Giacomo Guardi, figlio del più illustre Francesco, accostati a 19 acquarelli di Zoran Music, autore italo sloveno al'epoca di ritorno dalla guerra. Anna Braglia considera queste opere oggetti dell'anima, che vuole condividere con il pubblico facendone emergere, con ingrandimenti, ogni dettaglio. Buona vacanza a Lugano e buone visite.
Foto: Floris Amico
 
A Lugano con l'arte italianaPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Margherita Pavoni
Il luogo senz'altro più affascinante di Bergamo Alta è la piazza Vecchia con i suoi portici e la piazzetta della Basilica di Santa [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Milano: storia di una chiesetta dimenticata e imbrattata

di Stefano Pariani
Sono in molti a Milano a conoscere la Chiesa di Sant'Antonio da Padova, nelle adiacenze del Cimitero Monumentale, luogo che raccoglie [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Other Articles

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph