GTranslate

 

Gli Etruschi da riscoprire, da Tarquinia e Cerveteri le novità

etruschi
Chiusura 31/10/2019
di Clara Bartolini
Nei due prestigiosissimi musei di Tarquinia - Museo Archeologico Nazionale - e Cerveteri - Museo Nazionale Archeologico Cerite - uniti da una nuova sinergia finalmente sostenuta dai sindaci delle due cittadine tanto prestigiose, si sviluppa la mostra che desidera comunicare in modo davvero esemplare le capacità artigianali ed artistiche dei creatori etruschi.
Sedi varie mappa
Inaugurazione 25/07/2019
Sedi varie mappa  31/10/2019
Gli "Etruschi maestri artigiani" (dal 25 luglio al 31 ottobre) mi hanno sempre affascinato, per questo non ho voluto perdere l'occasione di visitare ancora una volta questi due siti dichiarati "Patrimonio dell'Umanità” dall'UNESCO, la cui direttrice Daniela De Angelis, ha curato la presentazione della mostra.

Da 15 anni sono giustamente patrimonio del mondo ed ora, vengono inclusi nel gruppo di 46 musei che fa capo al Polo Museale del Lazio, operativo dal 2015. La direttrice Edith Gabrielli si spende con fervore per questo progetto che ha quasi raddoppiato i visitatori in questo gruppo di musei. Il tutto per coinvolgere i visitatori internazionali ma, anche, per restituire il senso di appartenenza agli abitanti dei territori dove questo patrimonio risiede.

Un folto gruppo di studiosi si dedica al rilancio e al miglioramento dei progetti e della comunicazione dei siti, fruendo degli introiti ottenuti con questo incremento di visitatori che permette maggiore manutenzione e sviluppo di programmi migliorativi. Nei due prestigiosissimi musei di Tarquinia (Museo Archeologico Nazionale) e Cerveteri (Museo Nazionale Archeologico Cerite) uniti da una nuova sinergia finalmente sostenuta dai sindaci delle due cittadine tanto prestigiose, si sviluppa la mostra che desidera comunicare in modo davvero esemplare le capacità artigianali ed artistiche dei creatori etruschi, sia con i manufatti in bronzo, oro, argento o ferro, sia con il preziosissimo vasellame dipinto, meraviglioso sia per le forme che per le raffinatissime decorazioni.

I curatori della mostra Andrea Cardarelli e Alessandro Naso hanno fatto un prezioso lavoro, che mette in luce la maestria degli artigiani etruschi in grado di rivaleggiare con i coevi greci. Un interessante filmato mostra quanto sia complessa la lavorazione per realizzare una copia di un antico elmo etrusco da cerimonia, presente in mostra.

Dai Musei Vaticani sono giunti alcuni raffinatissimi reperti realizzati in argento dalla Tomba Regolini Galassi, altri preziosi oggetti dal Museo di Villa Giulia a Roma. Rinnovato anche il sistema espositivo, reso ancora più efficace dalle meravigliose strutture antiche che lo contengono. L'elenco dei pezzi dal valore inestimabile che varrebbe una esaustiva spiegazione è davvero lungo. La visita a questi preziosi musei e ai siti archeologici delle due città, Necropoli della Banditaccia a Cerveteri e dei Monterozzi a Tarquinia, vale certamente il viaggio, per essere inebriati da tanta bellezza e per riconoscere le radici storico-culturali dalle quali proveniamo. Le mostre sono inserite nel programma Artcity Estate 2019, il catalogo è edito da arte'm. Interessanti i biglietti cumulativi che permettono notevole risparmio. Da non perdere. 
 
Gli Etruschi da riscoprire, da Tarquinia e Cerveteri le novità Partecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Chiese e dimore antiche

di Stefano Pariani
Ci siamo già occupati sulle pagine di questa rivista di chiese milanesi abbandonate o lasciate all'incuria dei tempi e si auspicava per [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani
La storia dell'Ospedale Fatebenefratelli di Milano è fortemente legata a quella della sua città e affonda le radici nel Cinquecento, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph