GTranslate

 

Fibbie! Moda, Arte e Gioiello

fibbia
Chiusura 15/09/2019
Per la prima volta in mostra a Palazzo Morando | Costume Moda Immagine centinaia di splendide fibbie da scarpa, da cintura e da cappello, in un percorso che dal Settecento alla contemporaneità ne racconta la storia, l’evoluzione e le diverse valenze tra Moda, Arte, Design e Gioiello:
Via Sant'Andrea, 6 Milano mappa
Inaugurazione 09/07/2019
Considerata sin dall’antichità un gioiello funzionale in grado di completare ogni outfit e rappresentare un fondamentale indicatore di status symbol, la fibbia porta con sé una straordinaria e affascinante storia.
Per la prima volta in mostra centinaia di splendide fibbie da scarpa, da cintura e da cappello, in un percorso che dal Settecento alla contemporaneità ne racconta la storia, l’evoluzione e le diverse valenze tra Moda, Arte, Design e Gioiello:

La Moda del Settecento e dell’Ottocento: una selezione di fibbie provenienti dalla prestigiosa collezione di Enrico e Paola Pennasilico che annovera pezzi firmati dalle più importanti aziende di gioielli e bijoux per la moda di tutto il mondo, tra le quali Fabergé, Tiffany & Co., Piel Frères, Theodor Fahrner e William B. Kerr.
La Moda del Novecento: inedite fibbie provenienti dalle Raccolte di Palazzo Morando |Costume Moda Immagine di Milano, splendidi pezzi tra i quali quelli realizzati da Giuliano Fratti, grande firma del gioiello fantasia italiano, soprannominato “il re dei gioielli matti”. Accanto ad esse, ad arricchire ulteriormente il percorso espositivo, saranno in mostra fibbie provenienti dagli archivi degli storici laboratori artigianali milanesi specializzati nella produzione di bijoux e accessori per la moda, come Viganò, Ottavio Re, Bijoux Bozart, De Liguoro e Ornella Bijoux.

Arte: la sezione presenterà fibbie provenienti dalla collezione Marco Marinacci, depositario dei prototipi realizzati negli anni Sessanta dalla storica fonderia bolognese Fondarte in collaborazione con vari artisti contemporanei, tra cui Giorgio de Chirico, Salvador Dalì e Franco Russo affiancate dalle cinture con fibbia d’artista realizzate da Claudio Orciani negli anni Novanta in collaborazione con Mario Ceroli, Arnaldo Pomodoro e Valeriano Trubbiani.

La Moda Contemporanea: una selezione curata da Maristella Campi, giornalista di Moda e Costume, con alcune tra le principali case di moda italiane come Paola Bonacina, Giancarlo Petriglia e Daniele Amato che hanno reso la fibbia un elemento iconico e distintivo del loro brand.

Visione del Futuro: protagonisti della sezione sono i suggestivi prototipi di fibbie realizzati dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Brera in occasione del workshop Splendide Fibbie, a cura di Bianca Cappello, tenutosi nell’anno accademico 2018/19 in collaborazione con i corsi di Design del Gioiello, con la prof.ssa Filomena Stelitano, Design dell’Accessorio per la Moda, con la prof.ssa Loredana Filice e Ambientazione per la Moda, con il prof. Luca Ghirardosi.
Un progetto promosso da Accademia di Belle Arti di Brera in collaborazione con Comune di Milano
La mostra è accompagnata da un catalogo realizzato ed edito dall’Accademia di Belle Arti di Brera.
Foto: Fibbia Belle Epoque - collezione Pennasilico - foto Michele Zanin
 
Fibbie! Moda, Arte e GioielloPartecipa al gruppo facebook OK ARTE - Artisti Costruttori di Pace
 
Pin It

Le interviste del Direttore

“Baci rubati, Covid 19”, l'arte di Galliani
A cura di Francesca Bellola

Il pittore di fama internazionale si racconta: l'infanzia,...

Leggi tutto...
Luca Pignatelli: «Sempre di corsa, non sappiamo più cos'è l'attesa»
di Francesca Bellola

L'artista: nei miei dipinti c'è lo scorrere del tempo. In queste giornate...


Leggi tutto...
Carta: la vera magia, realizzare i sogni

L'illusionista conosciuto a livello internazionale: «Dopo Ghost sto lavorando agli effetti...


Leggi tutto...
Arnaldo Pomodoro: la mia vita fra Milano, bar Giamaica e Usa

pomodorodi Francesca Bellola

«Ho capito ben presto che la strada della pittura non mi era congeniale,...


Leggi tutto...
Ugo Nespolo, «fuori dal coro» innamorato di Milano

nespolo

 di Francesca Bellola

 Le riflessioni dell'artista dopo che Palazzo Reale gli ha dedicato una...


Leggi tutto...
Giovanni Allevi: «Quando facevo il cameriere alla Scala...»

allevi

di Francesca Bellola

Talentuoso e brillante, empatico e carismatico. Giovanni Allevi, uno dei...


Leggi tutto...
Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it

Francesca Bellola Francesca Bellola, giornalista e direttore editoriale del portale OkArte.it, di cui ha diretto...


Leggi tutto...
Michelangelo Pistoletto: «La mia Mela in Centrale opera aperta al mondo»

pistolettodi Francesca Bellola,

Recentemente la "Mela Reintegrata" è installata definitivamente nella...


Leggi tutto...
Il mondo come lo vorrei Il fotografo Giovanni Gastel tra esordi teatrali e poesia

gastel

di Francesca Bellola

«Da zio Luchino Visconti ho imparato il metodo»

Ha ritratto le donne più...


Leggi tutto...
Mario Lavezzi: un viaggio di musica e parole
lavezzidi Francesca Bellola

Definire la sua attività è riduttivo, è - infatti - compositore,...

Leggi tutto...

Andrea Pellicani: Design, Arte e Sostenibilità

a cura di Francesca Bellola
Il design ha a che fare non solo con l'essere umano, ma con le sensazioni e le emozioni che rendono affascinante e seducente un progetto nella sua interezza. Le firme più autorevoli degli studi milanesi hanno conquistato il mondo grazie anche all'estetica, all'eleganza, alle forme assertive e alla giusta dose di passione ed alchimia nella scelta della qualità dei materiali. Andrea Pellicani, designer, progettista d'interni, nonché artista a tutto tondo si esprime pienamente in questo target innovativo e internazionale,

Leggi tutto...

Arturo Bosetti: la profondità della luce

a cura di Francesca Bellola
«Io non provo orgoglio per tutto ciò che come poeta ho prodotto [...] Sono invece orgoglioso del fatto che, nel mio secolo, sono stato l'unico che ha visto chiaro in questa difficile scienza del colore, e sono cosciente di essere superiore a molti saggi». Questa considerazione di Goethe, deriva dal suo saggio “La teoria dei colori” pubblicato nel 1910.

Arturo Bosetti, eclettico artista, con un passato di docente di Disegno e Storia dell'Arte, nonché restauratore, ha colto sin dagli inizi della sua carriera, l'importanza della luce dalla quale scaturiscono i colori.


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph