GTranslate

 

             MIKE FRANCIS - L’ARTISTA DIMENTICATO

(di Roberto Zaoner)




Francesco Puccioni, in arte Mike Francis, nasceva a Firenze

il 26 aprile 1961. Era un cantautore di genere soul, funk, jazz.

Musica prettamente da discoteca, ma non per questo meno

importante di quegli altri cantautori dell’epoca anni ‘80.

La suavoce calda e ammaliante ha attirato a sé le platee di una fetta di

ascoltatori delle nazioni occidentali, specialmente italiane e

canadesi. Il timbro ritmico di questo geniale artista era

inconfondibile e sempre molto accattivante. I media lo hanno

sempre snobbato, a torto, non comprendendo a pieno la sua

raffinata ed elegante arte. 

Era un’epoca un po’ rivoluzionaria, com’era successo alla fine

degli anni sessanta. Ma rispetto a quell’epoca, i cantanti italiani

degli anni ’80 utilizzavano nomi d’arte stranieri, in particolare

nomi inglesi. E convinti di ottenere un maggior successo

cantavano in inglese, ma non potevano competere con il grande

Mike Francis. C’era tra loro un forte desiderio di ricerca della

visibilità. E allora, ecco nascere quelli che sono stati i tratti

caratteristici di quell’epoca. Eccentricità, abbigliamento che

richiamava il culto dell’immagine e mai i cantanti di quel periodo

disdegnavano di apparire al grande pubblico e di esibirsi per

ottenere un forte richiamo all’esposizione mediatica. Capelli ricci e

biondi e un immagine semplice quella di Mike, senza acconciature

e trucchi vari. Il suo carattere schivo, forse introverso, lo teneva

lontano dai riflettori degli studi televisivi.

Dalla copertina del suo 45 giri “Survivor” del 1983, si evince la

sua semplicità con la sua sagoma su un fondo rosso, e a fargli

compagnia due stelle e una luna che a malapena si intravedeva,

come a non volere ostentare un marcato romanticismo che non

era nella sua indole. Dunque, una copertina priva di fronzoli che

non aveva la pretesa di richiamare l’attenzione degli amanti della

musica. La sua, per così dire, ambizione era quella di fare

ascoltare la sua musica, senza mettere in mostra artifici che gli

avrebbero forse dato ancor più richiamo e visibilità.

Apparve in una trasmissione televisiva di grande successo, come:

“Pronto Raffaella”, una delle sue rare apparizioni televisive. Il

brano “Survivor” ha un successo incredibile e occupa i primi posti

nelle classifiche italiane e straniere per ben quattro mesi. E

l’album che conterrà “Survivor” sarà per sette settimane ai vertici

della classifica dei 33 giri più venduti nel nostro territorio

nazionale. Il suo era un genere inconfondibilmente originale.

Pochi, o forse nessun cantautore italiano dell’epoca, che

cantavano o componevano brani da discoteca e in lingua inglese

erano paragonabili a lui, in quanto a originalità ed esecuzione

della loro musica. Ma Mike Francis metteva in mostra fin troppo la

sua riservatezza e non amava rendersi visibile al pubblico. Forse,

per questo è stato confinato in un angolo del dimenticatoio

collettivo. La sua musica era troppo all’avanguardia. Il talento era

enorme. Ascoltare la sua musica era un piacere. La sua abilità di

compositore non si discuteva. Tra le sue coriste c’erano anche

Giorgia e Rossana Casale. E per quest’ultime artiste, Mike Francis

aveva rappresentato un ambizioso trampolino di lancio.

Incominciò a suonare pianoforte e chitarra all’età di 14 anni, a

Roma, e la sua svolta l’ebbe frequentando una scuola superiore

statunitense, per ottenere un’ottima conoscenza della lingua

inglese. Poco di lui si è sempre parlato attraverso gli organi di

stampa e televisivi. Morì prematuramente all’età di 47 anni. E’ un

vero peccato che non si parla mai di questo enorme talento nelle

reti televisive. E’ un vero peccato che non ci si ricordi più di lui e

non si ascolti più la sua seducente e incantevole musica. Si fa

presto a dimenticare, quando di altri artisti si parla fin troppo

spesso perché fanno gossip. E il gossip richiama l’ascolto dei

telespettatori. L’audience, innanzi tutto…

MIKE FRANCIS - LARTISTA DIMENTICATO 15/05/2019

Roberto Zaoner.

Pin It

Iscriviti al Concorso Cattedrali

Certamen internazionale letterario ed artistico sulle Grandi Cattedrali d'Occidente

notre dame 2Data l'emergenza storica che stiamo vivendo la rivista Ok Arte su idea del direttore artistico Melinda Miceli organizza un concorso internazionale letterario ed artistico allo scopo
di conservare la memoria e rinverdire il fasto e l'antico splendore di queste Opere Divine, veri e propri libri di pietra.
Rivisitazioni letterarie dell'arte sacra, gotica, romanica, barocca delle grandi cattedrali delle città saranno vagliate da una selezionatissima giuria di esperti in grado di selezionare anche componimenti esoterici e ricercati.
La partecipazione è gratuita e si può scegliere di partecipare in concorso o fuori concorso


Leggi tutto...

Puoi accedere su www.okarte.it con una tua password e dopo l'approvazione della registrazione puoi inserire nel sito articoli e foto. Cordiali saluti, Redazione OK ARTE

Ricordami

Questo sito rispetta la "Protezione dei dati personali GDPR - General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679"

Carezza Violenta

Visita Pavia in 5 minuti

La Certosa di Milano

BELLATORES TRAILER - Teatro Aleph

Chiese e dimore antiche

Genova: l'incanto di un presepe in marmo del '400

di Stefano Pariani
In periodi di festività come questo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto
Il fascino senza tempo dei Giardini della Guastalla

di Stefano Pariani  Nei giorni d'estate come questi, [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani Non di rado il termine “stupore” [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Correva l'anno 1487 quando, secondo [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

Simbolo dell'epoca comunale e della [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

C'è una fervida creatività che [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

L'immagine del treno e della sua [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

La storia di Milano – le pagine [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

di Stefano Pariani

galleria fotografica La chiamavano [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

redatto da Stefano Pariani: Appena fuori dall'abitato [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto

galleria fotografica

Ci sono luoghi, a volte nemmeno [ ... ]

Chiese e Palazzi storiciLeggi tutto